Attività,  Militanza

Torna a sventolare il tricolore, là dove riposano gli eroi.

Pochi sanno che a Palermo è presente il Sacrario militare dedicato ai caduti Italiani, della prima e seconda guerra mondiale. Un luogo dove ogni singolo nome inciso sul marmo racconta la sua storia di sacrificio ed eroismo, uomini caduti per l’onore d’Italia, per difendere i confini di questo sacro suolo, e per chi fa proprio l’ideale del sacrificio per la Patria, rappresenta un punto di riferimento spirituale. Questo luogo, che rappresenta le radici della nostra Terra, ad oggi è lasciato a se stesso, abbandonato all’incuria , specchio della società moderna che abbandona le proprie radici e la propria identità, calpestando la memoria di chi con il suo estremo atto ha reso grande questa nostra Patria. Ma questo sacrificio non è riconosciuto da tutti, tant’è che ad oggi in questo luogo di memoria Patria non è più presente il tricolore tanto difeso da chi lì riposa.

Per qualcuno questo luogo rappresenta soltanto una passerella politica istituzionale, che nulla ha a che fare con chi lì riposa. Ma c’è chi sente propria quella storia, onorando e ricordando chi ha dato la vita per questa Nazione, sostituendo la politica delle parole con quella dei fatti, come chi, come noi,  che nella giornata di oggi ha reso omaggio agli eroi,  che riposano in questo luogo, omaggiandoli, riposizionando il tricolore,  in onore a chi per questa Bandiera ha sacrificato la propria vita.

Contrapporsi alle parole, vuote, delle istituzioni con i fatti, partendo dalle proprie radici ideali, che  hanno reso grande questa Patria, fa parte di un processo di ricostruzione dei valori di Patria e di Uomo, che possa riportare onore alla Storia che ha reso grande questa Nazione, e possa far rinascere l’Uomo nuovo, non come frutto della società attuale, ma come Esempio che si erge a difesa dei valori e della tradizione.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *